PNRR

Pnrr: sostenibilità opere stradali ed elettronica innovativa

Adottate le 'linee guida operative' per la valutazione e la realizzazione degli investimenti sulla base di criteri di sostenibilità delle opere stradali

immagine del bando

Nell’attuazione del Piano di ripresa e resilienza si annunciano le linee guida sostenibilità opere stradali e il sostegno a progetti sull'elettronica innovativa.

Sono state infatti adottate le 'linee guida operative' per la valutazione e la realizzazione degli investimenti sulla base di criteri di sostenibilità delle opere stradali.

Il decreto prevede che, in analogia a quanto già definito per le opere ferroviarie, e coerentemente con le politiche europee, per la progettazione e la realizzazione di opere stradali bisognerà valutare, oltre che gli aspetti tecnici, trasportistici e finanziari, anche quelli riguardanti la sostenibilità ambientale e sociale.

Le Linee guida si applicheranno gradualmente ai nuovi interventi inseriti nel Contratto di Programma Anas, a quelli dei concessionari autostradali e a quelli di competenza di Regioni, Province e Città Metropolitane e Comuni.

Si dettaglia così il grado di approfondimento necessario per ciascuna tipologia di analisi in funzione del tipo di opera e dell'importo del finanziamento. Oltre a specificare le modalità di analisi trasportistica e finanziaria.

L’obiettivo è la sostenibilità ambientale, con riferimento ai criteri europei, e in particolare al principio 'do no significant harm' posto al centro del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), e all'obiettivo di mitigazione degli effetti della crisi climatica.

Sempre legato al Pnrr, dal Mise arrivano risorse per progetti su elettronica innovativa, finanziando la progettazione, il trasferimento tecnologico e la produzione di nuovi prodotti, processi e servizi.

Il decreto assegna 20 milioni di euro al cofinanziamento dei progetti delle imprese italiane selezionate dai bandi pubblicati, nel corso del 2022, da Key Digital Technologies Joint Undertaking (KDT JU) e Innovation Actions (IA).

Si tratta di due iniziative che rientrano nell'ambito del programma europeo Horizon, per il quale il Mise ha destinato complessivamente 200 milioni di fondi stanziati dal PNRR, e che puntano a supportare gli investimenti in ricerca e innovazione al fine di rafforzare l'autonomia strategica in settori, come quello dell'elettronica, divenuti asset centrali per l'industria manifatturiera europea.

In particolare verrà finanziata la progettazione, il trasferimento tecnologico e la produzione di nuovi prodotti, processi e servizi, o migliorare notevolmente quelli già esistenti, tramite lo sviluppo delle Tecnologie dell'informazione e della comunicazione, Nanotecnologie, Materiali avanzati, Biotecnologie, Fabbricazione e trasformazione avanzate, Spazio.

Data di pubblicazione: 29/04/2024

Data ultima modifica: 29/04/2024