PNRR

PNRR Cultura: 20 milioni per la rigenerazione culturale, sociale ed economica di un borgo in Lombardia

La manifestazione di interesse della Regione Lombardia sostiene la realizzazione di un progetto di carattere esemplare nel territorio lombardo non superiore a 20 milioni di euro finalizzato al rilancio economico e sociale di un borgo disabitato o comunque caratterizzato da un avanzato processo di declino e abbandono.

immagine del bando

Il Ministero della Cultura ha stanziato attraverso il PNRR (Piano Nazionale per la Ripresa e Resilienza) un miliardo di euro a favore dell’attrattività dei Borghi con una linea di intervento dedicata denominata “Progetti pilota per la rigenerazione culturale, sociale ed economica dei borghi caratterizzati da un indice di spopolamento progressivo e rilevante”.

Le Regioni e le Province autonome, d’intesa con i Comuni, individuano i progetti pilota tramite una manifestazione di interesse che ha la finalità di sviluppare una serie di interventi volti al recupero del patrimonio architettonico, culturale e ambientale per il rafforzamento dell’attrattività dei borghi e dei centri storici di piccola dimensione, mediante il restauro e recupero di spazi urbani, edifici storici o culturali, nonché elementi distintivi del carattere identitario.

La manifestazione di interesse della Regione Lombardia sostiene la realizzazione di un progetto di carattere esemplare di valore non superiore a 20 milioni di euro finalizzato al rilancio economico e sociale di un borgo disabitato o comunque caratterizzato da un avanzato processo di declino abbandono in Lombardia, per il quale si preveda un progetto di recupero e rigenerazione che integra le politiche di salvaguardia e riqualificazione dei piccoli insediamenti storici con le esigenze di rivitalizzazione e rifunzionalizzazione degli stessi.

La Giunta regionale della Lombardia, con delibera n. 6105 del 14 marzo 2022, ha individuato la proposta progettuale presentata dal Comune di Pertica Alta come borgo pilota selezionato per la Lombardia, che è stata trasmessa al Ministero della Cultura (MiC).

Alle candidature proposte dalle Regioni seguirà una fase negoziale condotta da un Comitato tecnico, istituito dal MiC, rivolta alla verifica della coerenza delle proposte progettuali con i processi e le tempistiche attuative previste dal PNRR nonché finalizzata a favorire la costruzione di eventuali accordi interistituzionali necessari per l’attuazione dell’iniziativa. Il percorso negoziale si dovrà concludere entro maggio 2022 con l’ammissione a finanziamento delle 21 proposte (attraverso Decreto del Ministro) e l’assegnazione delle risorse al Soggetto attuatore individuato nella proposta presentata, cui vengono delegate le responsabilità gestionali e attuative dell’intervento.

Data di pubblicazione: 30/04/2024

Data ultima modifica: 30/04/2024